Cenni Storici  Toy Russo FCI № 352 del 21.02.06.

 Paese di origine: Russia        Impiego: Cane da compagnia.

 

Classificazione FCI: Gruppo 9 Cani da compagnia. Sezione 9 Toy-Spaniel continentali e Toy Russo. Senza prove di lavoro.

Brevi cenni di storia: all’inizio del ventesimo secolo i Toy-Terrier inglesi erano uno dei più popolari cani ornamentali in Russia, tuttavia nel periodo che va dagli anni 20 agli anni 50 l’allevamento della loro razza non venne portato avanti e la loro popolazione diminuì fino a un livello critico. A partire dalla meta degli anni 50, i cinologi russi si impegnarono per la ricostituzione di questa razza. Quasi tutti i cani trovati erano senza pedigree e molti di loro erano incrociati.

Lo standard, costituito per il Toy-Terrier, si rivelò decisamente diverso dallo standard del Toy-Terrier inglese in molti punti fondamentali e da questo momento lo sviluppo della razza in Russia seguì la sua particolare strada.

Il 12 ottobre 1958 a Mosca da due Toy-Terrier a pelo corto, uno dei quali aveva leggermente il pelo allungato, nacque un maschio con un appariscente eccesso di peli sulle orecchie e sugli arti. Venne presa la decisione di stabilizzare questi caratteri nella discendenza, e lo fecero incrociare con una femmina avente anch’essa il pelo leggermente allungato.   

Così fu ottenuta la variante a pelo lungo del Toy-Terrier, che fu chiamata Toy-Terrier di Mosca a pelo lungo. Nella sua creazione ebbe un ruolo fondamentale la cinologa di Mosca Evgeniya Fominicna Jarova.  

Nel corso di molti anni di sviluppo e selezione in una specifica direzione è stata selezionata una nuova razza, il Toy-Terrier Russo, nelle sue due varianti: a pelo lungo e a pelo corto.

 

Aspetto generale: cane piccolo, elegante, vivace, con zampe alte, un’ossatura minuta e muscolatura asciutta, morfologicamente la differenziazione sessuale è manifestata debolmente, tuttavia è chiaramente riscontrabile nel comportamento.